Sabato 30 ottobre è ODISSEA CON DJ...a video room

immagini: 
Foto di Fernanda Barreggi
foto di Fernanda Barreggi

Sabato 30 ottobre (ore 21) 
Dinamiciteatri|| luigimarangoni
|progetto grandi racconti|
Odissea con Dj…a video room
Testo di Luigi Marangoni con brani tratti dal poema di Omero
Ideatore e narratore  Luigi Marangoni
Voce e djset  Alberto “Bobby Soul” De Benedetti
Musiche originali Alberto De Benedetti e Contesti Scomodi

Canzoni Lamont Dozier, Nat “King” Cole, Nina Simone, Richie Havens

I sonori sono relativi ai seguenti film: Total Eclipse di Agnieszka Holland, I cento passi di Marco Tullio Giordana, Sbatti il mostro in prima pagina di Marco Bellocchio, un’intervista a Eduardo De Filippo.

Oggetti scenici sono stati realizzati da Giorgio Mazzon e Gabbris Ferrari
Grafica e Collaborazione Elena Frigato

 

“Un appassionato viaggio nel racconto con Luigi Marangoni e Omero…
Il folto pubblico era commosso e non smetteva mai di applaudire e gridare il suo consenso.”
 Il Resto del Carlino Sergio Garbato

 

“Performance omerica di fronte ad un pubblico bendato…
 Originale lettura del poema… ”

La Repubblica Stefano Bigazzi

 

“Ascoltare l’Odissea a occhi chiusi…

Originale spettacolo ideato da Luigi Marangoni con la voce di Bobby Soul”
Il Corriere Mercantile Eliana Quattrini

 

“Operazione riuscitissima… A rendere dirompenti i contenuti proposti, con un balzo di talento del tutto inedito è l’accostamento di Ulisse con Peppino Impastato, il giovane siciliano ucciso dalla mafia…”

IL Resto del Carlino, Daniela Muraca

 

Lo spettacolo, che fa parte del |progetto grandi racconti| di dinamiciteatri, ha lo scopo di proporre il poema classico di Omero in modo contemporaneo. L’Odissea ha a che fare con l’oralità e sembra indicarci che Odisseo, e direi l’uomo in generale, sta nella sua voce, nella sua capacità di raccontare.
Per questo ho pensato di concentrare il lavoro  non  sulle immagini artistiche e sul movimento  dei narratori in scena, ma essenzialmente sul dire e quindi sull’ascolto da parte dello spettatore, fino alla proposta di  far ascoltare parte del racconto di Ulisse con le bende, escludendo la vista.
 Inoltre ho trovato un accostamento shockizzante a primo impatto, ma in realtà ricco di opportunità sonore: accostare i versi di Omero a una forma di espressione contemporanea come il dj set. In realtà il dj mette insieme brani diversi, un po’ come facevano i narratori greci al tempo di Omero, gli aedi,  i quali conoscevano a memoria molte storie e di volta in volta le mettevano assieme in un montaggio diverso a seconda della situazione.
I versi di Omero sono intercalati da canzoni soul-blues, cantate dal vivo,  legate al tema del viaggio, interni di metropolitane,  sonori di film,  i quali entrano nel discorso legati da un filo sotterraneo ai tre concetti su cui si basa questa proposta dell’Odissea: perdersi, raccontarsi, ritornare.

 

Info. www.luigimarangoni.com